Ultimi post

5 idee per realizzare un diffusore ambientale di oli essenziali fai da te

5 idee per realizzare un diffusore ambientale di oli essenziali fai da te

5 idee per realizzare un diffusore ambientale di oli essenziali fai da te


La qualità dell’aria che respiriamo in casa è un elemento essenziale per rendere migliori le nostre giornate. Spesso per rendere la permanenza in un ambiente più gradevole capita di ricorrere a gradevoli artifici profumati: sono gli oli essenziali, fragranze in grado di offrire ritagli di relax dopo una giornata lunga e stressante, ma non solo. Chi si prepara per una sessione di lettura in genere sceglierà di circondarsi di profumi agrumati mentre in caso di pensieri negativi da scacciare l’ideale sarà un olio essenziale di lavanda o ylang ylang, in grado di risollevare l’umore.

Esistono molti modi per diffondere tutte queste fragranze, espressione dell’aromaterapia, la disciplina basata sulle potenzialità delle piante applicate alla salute e alla sfera psicologica. Realizzare un diffusore ambientale fai da te è facile: vi suggeriamo 5 idee per creazioni belle e originali.

Come si trasformano lattine e vecchi profumi in un diffusore ambientale

La prima soluzione alla quale ricorrere per realizzare un diffusore ambientale fai da te è riciclare vecchie boccette di profumo dalla forma curiosa, in modo da esporle su mensole e vetrine nel salotto o in camera da letto. Se dentro c’è ancora del profumo ecco l’occasione per finirlo, mentre in caso contrario si potranno utilizzare oli essenziali già pronti, da aggiungere all’acqua. Prendete poi 6 spiedi in legno - quelli lunghi per cucinare la carne - ed eliminate la punta con un coltello: dovranno essere infilati nella boccetta e girati più volte, per permettere alla fragranza di diffondersi.

Un altro modo per realizzare un diffusore ambientale è utilizzando due lattine vuote, una classica e l’altra più sottile. Nella prima realizzate una finestra centrale con il taglierino, poi capovolgetela. All’altra invece ritagliate a misura la base, che andrà capovolta e inserita dentro la lattina più grande: è qui che poi appoggerete una candelina. Accendetela dopo aver fatto cadere qualche goccia di olio essenziale con acqua nella parte concava (è la base, capovolta).

Diffusori ambientali con contenitori e barattoli di vetro per regali originali

Cercate in cucina un barattolo vuoto, tipo quelli per le conserve. E’ abbastanza grande e dalla forma gradevole? Bene. Sta per diventare il perfetto diffusore ambientale fai da te. Munitevi di qualche nastro e intrecciate uno o più fiocchi colorati per cingere l’apertura e nascondere le scanalature (se volete utilizzare anche il tappo praticate 5-6 fori ad hoc per inserire gli spiedi in legno).

Ora sbizzarritevi con le decorazioni, dipingete fiori tutto intorno oppure ‘vestite’ il barattolo con stoffe originali. Poi scegliete la fragranza preferita e fate scendere i bastoncini, che diffonderanno il profumo.

I contenitori in vetro dalla base larga come quelli che rimangono dopo aver utilizzato una bella candela di design, saranno perfetti per altre creazioni: fate uno strato base con quattro o cinque cucchiai di bicarbonato di sodio purissimo mescolato con le gocce della fragranza da diffondere. Poi calate una candelina accesa al centro del contenitore e il gioco è fatto.

Un diffusore ambientale fai da te può essere anche un regalo originale, magari per stupire una mamma o una nonna: prendete una palla di polistirolo e scavate all’interno, dove andrete a inserire la boccetta con la fragranza da diffondere. Poi guarnite la parte esterna con fiori e decorazioni, infine inserite i bastoncini e confezionate il tutto.