Attenzione I cookie vengono utilizzati su questo sito per fornire la migliore esperienza utente. Se continui, assumiamo che accetti di ricevere cookie da questo sito. OK

Le proprietà cosmetiche dell’olio essenziale di ylang ylang

Ylang ylang

L’olio essenziale di ylang ylang è conosciuto, nell’ambito dell’aromaterapia, per le sue capacità calmanti, antisettiche, afrodisiache e tonificanti. È una vera e propria fonte di armonia a livello fisico e psichico: pensate che questo estratto è in grado di abbassare la pressione arteriosa, di placare il battito cardiaco accelerato, di infondere serenità nell’animo grazie ai suoi principi attivi e al suo profumo.

Le proprietà dell’olio essenziale di ylang ylang sono strettamente connesse anche al ramo del benessere e dell’estetica. In particolare, l’essenza in oggetto è molto utile contro la pelle grassa e la produzione eccessiva di sebo. Viene adoperata per la realizzazione di ottime creme per il viso homemade, nonché di preparazioni antiforfora per capelli.

Continuate a leggere per saperne di più: a cosa serve l’olio essenziale di ylang ylang nel settore della cosmesi? In cosa consiste la sua azione benefica? Questa sostanza è un autentico toccasana, è protettiva e nutriente, un must per la salute del derma!

Olio essenziale di ylang ylang per la pelle

Come già abbiamo accennato, l’olio essenziale di ylang ylang è consigliato dagli esperti in caso di cute grassa. Quest’ultima è caratterizzata da una sorta di patina di unto, che si concentra soprattutto sulla zona T (fronte, naso e mento); è contraddistinta anche da impurità come i brufoli e i punti neri, contro cui è indicato l’effetto astringente di questa essenza.

L’olio essenziale di ylang ylang è raccomandato persino per attenuare i sintomi dell’acne. È eccellente per contrastare le irritazioni e le infiammazioni dell’epidermide, oltre alle infezioni che determinano il proliferare delle imperfezioni.

I vantaggi dell’olio essenziale di ylang ylang per la pelle non finiscono certo qui! Tale estratto, se impiegato con regolarità, difende i tessuti dai danni dei raggi ultravioletti e dello smog. Per godere di questo risultato, l’ideale è mescolarne poche gocce con un olio vegetale che ha lo stesso esito (ad esempio quello di cocco o di Argan).

Questo ci fa capire che l’essenza di ylang ylang è suggerita non solo per una superficie cutanea grassa, ma anche per una sensibile. A questo rimedio ricorrono a volte anche coloro che devono trascorrere ore in un ambiente marino, dato che la sostanza ci protegge tanto dal sole quanto dalla salsedine. Infine, questa soluzione può aiutarci nella cura delle dermatiti e di altri disturbi simili.

Olio essenziale di ylang ylang per i capelli

I professionisti nel campo di beauty & wellness sono del tutto favorevoli all’utilizzo dell’olio essenziale di ylang ylang per i capelli. Ciò vale specialmente per le chiome colpite da forfora grassa, quella che dipende da una sovrabbondante attività delle ghiandole sebacee.

Sotto questo aspetto sono fondamentali le capacità antisettiche e astringenti dell’olio essenziale di ylang ylang. Così come fa per la pelle, questo estratto idrata il cuoio capelluto, lo nutre e lo revitalizza. Inoltre l’essenza di ylang ylang rinforza la capigliatura, la rende più sana e folta, a condizione ovviamente che ve ne serviate in maniera costante.

Gli usi dell’olio essenziale di ylang ylang

L’uso dell’olio essenziale di ylang ylang nella cosmesi avviene principalmente insieme ad altre sostanze: ad esempio gli oli che abbiamo citato in precedenza, quello di Argan e quello di cocco. Vanno benissimo anche molti altri ingredienti vegetali, dall’olio di jojoba al burro di karité, altrettanto consigliati per la nostra cute.

Le dosi di olio essenziale devono essere minime: questi elementi sono puri e potenti, ragion per cui ne bastano 3-4 gocce da diluire in un cucchiaio pieno di olio vegetale. Il composto va poi distribuito sull’epidermide con un delicato massaggio, per almeno 15 minuti affinché questa crema fai da te penetri in profondità.

Un preparato del genere è perfetto per la skin care quotidiana e per il trattamento di problematiche come le dermatiti, gli eczemi e le psoriasi. Ancora meglio se, di tanto in tanto, fate un bel bagno caldo con sali e 4-5 gocce di olio essenziale di ylang ylang. Una scelta positiva sia per la vostra pelle, sia per la mente e lo spirito!

Questa essenza può essere miscelata anche con lo shampoo che adoperate normalmente: non più di 2 gocce per 250 ml di shampoo. In più è indicata per la creazione di impacchi per capelli, sempre insieme a un altro olio come quello di mandorle o di cocco.

Altre proprietà dell’essenza di ylang ylang

L’olio essenziale di ylang ylang è ricco di benefici, i quali non riguardano soltanto il derma.

È ipotensivo, come già evidenziato, ed è afrodisiaco: il suo profumo risveglia i sensi e allontana l’incertezza, i dubbi e i timori connessi alla sfera erotica. Tra le proprietà dell’olio di ylang ylang ricordiamo quelle energizzanti e calmanti per i nervi, un valido ausilio nei momenti più difficili della nostra vita.

Ad ogni modo, non di rado le malattie cutanee sono dovute allo stress e all’ansia. Di conseguenza, anche gli effetti rilassanti dell’estratto in questione sono utili – indirettamente – per la pelle! L’olio essenziale di ylang ylang è una garanzia di serenità e di buonumore.

Curiosità e cenni storici

Ma come si ottiene questo olio essenziale tanto conveniente per la cosmesi?

La pianta di partenza è chiamata, appunto, ylang ylang o Cananga odorata con il suo nome scientifico. Di questa specie, che si inserisce nella famiglia delle Annonaceae, si utilizzano i fiori che vengono sottoposti al procedimento della distillazione in corrente di vapore.

Si ricava così un olio essenziale dall’aroma molto dolce, floreale, che evoca immagini naturali e primaverili. C’è anche un vago sentore speziato, che emerge soprattutto quando si impiega un diffusore ambientale o quando si inala la sostanza dalla boccetta.

L’uso cosmetico, comunque, è il più frequente quando si parla di questo olio essenziale. Gli esemplari di ylang ylang sono originari del Sudest asiatico, e da secoli sono popolari tra le donne locali che ricorrono all’essenza per i propri rituali di bellezza.

Sull’etimologia del termine ci sono due teorie: ylang ylang significa “non comune”, per il suo profumo unico, oppure “fiore dei fiori”. Si tratta di un notevole complice del nostro benessere, vantaggioso in tantissimi contesti!

12,20
Varianti: Essenthya
Terminato, in arrivo!