Olio di lavanda: proprietà di questo olio essenziale

olio di lavanda

Tra gli oli essenziali è forse uno dei più conosciuti, l’olio di lavanda viene ricavato dalla Lavandula Angustifolia del gruppo delle Labiate ed è noto non solo per il profumo inconfondibile ma per una serie di proprietà come ad esempio quella di ridurre gli stati di emicrania, l’insonnia, i dolori mestruali e la cistite. Uno degli oli essenziali più usati, e apprezzati soprattutto per la fragranza, è proprio quello alla lavanda che viene utilizzato per le innumerevoli proprietà e perché particolarmente delicato tanto da non avere controindicazioni. L’aromaterapia utilizza l’olio essenziale di lavanda per riuscire a calmare i nervi, donare un effetto antidepressivo, facilitare il sonno e sciogliere le contratture muscolari ma si tratta di un ottimo prodotto anche per favorire la digestione e con proprietà antisettiche e antibatteriche: scopriamole tutte insieme.

Proprietà dell’olio di lavanda

L’olio essenziale di lavanda ha numerose proprietà e può dare benefici sotto diversi punti di vista; il prodotto è particolarmente conosciuto per il trattamento del mal di testa e risulta particolarmente efficace nelle emicranie legate a stati di stress. Tra le altre proprietà c’è poi quella di riuscire a gestire stati di insonnia, aiutando chi lo utilizza con regolarità a ritrovare un equilibrato ritmo sonno veglia. L’olio di lavanda è anche conosciuto per le proprietà antisettiche e antibiotiche, tanto che viene utilizzato per i suffumigi nel trattamento di sinusite e raffreddore, dando ottimi risultati anche in chi soffre di tosse grassa. Note a molti sono anche le proprietà cicatrizzanti dell’olio applicato sulla pelle in caso di ustioni, ferite o punture di insetti ma anche meduse o eritemi solari. L’olio essenziale di lavanda è anche perfetto per curare gli stati di ansia, il prodotto riesce a dare ottimi risultati sia nel trattamento dello stress che negli stati di ansia leggeri in cui si manifestano momenti di tristezza e angoscia. Si tratta di un ansiolitico naturale al 100% che può aiutare in periodi di forte stress.

Storia dell’olio di lavanda

L’olio di lavanda ha una storia interessante alle sue spalle; il prodotto ha origini europee ed è particolarmente diffuso nell’Europa meridionale ed occidentale. A diffonderne l’utilizzo sono stati gli antichi Romani che mettevano alcuni mazzetti di fiori nell’acqua dei bagni termali. Oltre ai profumi assolutamente incredibili sono state poi scoperte le numerose proprietà di questo prodotto, come ad esempio la capacità di lenire ferite da ustioni.

Quando utilizzare l’olio di lavanda

Quando è consigliato l’utilizzo dell’olio di lavanda? Oggi ti sveliamo alcune modalità di utilizzo a cui forse non avevi pensato; la prima è quella di ricreare i benefici dell’aromaterapia sfruttando quindi un diffusore elettrico per ambienti in cui inserire qualche goccia di olio essenziale: l’ambiente avrà subito una nuova energia più rilassante.

Il secondo utilizzo che consigliamo è quello per dormire in modo più sereno: Se soffri di insonnia o risvegli notturni l’olio essenziale di lavanda può aiutarti; puoi posizionare un fazzolettino imbevuto di olio essenziale di lavanda direttamente vicino al cuscino e vedrai la differenza già dalla prima notte. Tra gli usi meno conosciuti dell’olio di lavanda c’è quello di aiutare a lenire il prurito il bruciore delle punture di insetto; basterà applicarlo direttamente sulla pelle per sentire giovamento.

Ma non solo per la salute psicologica: l’olio essenziale di lavanda può diventare un valido aiuto per la beauty routine; aggiungendo qualche goccia all’acqua per il pediluvio si troverà giovamento e relax favorendo il drenaggio dei liquidi in eccesso. Tra gli altri utilizzi, l’olio di lavanda può essere utilizzato per massaggi, per eliminare la forfora e per i suffumigi in caso di raffreddore e sinusite.  Infine una proprietà e un utilizzo a cui molti non pensano è quello di sostituire il deodorante tradizionale con un olio essenziale: aggiungendo qualche goccia direttamente sotto le ascelle potrete avere una profumazione naturale e delicata ma soprattutto fresca.