Olio essenziale di abete bianco: come si usa, tutte le modalità

abete bianco olio essenziale

L’olio essenziale di abete bianco è noto per le sue proprietà benefiche: antinfiammatorie, analgesiche, balsamiche e antibatteriche. Per questa sua molteplice azione, l’estratto può essere usato contro numerosi disturbi, dal raffreddore ai dolori articolari, e anche come deodorante per il corpo e per gli ambienti.
L’essenza di abete bianco è un must in tante situazioni. Forse non è una delle più conosciute nel campo dell’aromaterapia, ma è straordinariamente efficace per i suoi principi attivi. La pianta da cui si ottiene è Abies alba, che cresce spontanea in diverse aree fredde del pianeta.

Vediamo, quindi, come si utilizza l’olio essenziale di abete bianco. Partiamo dal presupposto che la somministrazione della sostanza può essere sia interna sia esterna: l’importante è non esagerare mai con le quantità, poiché il giusto dosaggio è fondamentale per non andare incontro a effetti collaterali.

L’applicazione topica

Per cominciare, l’olio essenziale di abete bianco si applica a livello locale sulla pelle. In questo caso, è finalizzato a combattere infiammazioni e irritazioni della cute, dermatiti, psoriasi ecc., oppure a massaggiare i muscoli e le articolazioni.

Se si adopera in questo modo, l’olio di abete bianco causa vasodilatazione, migliora la circolazione del sangue e allevia i dolori con un sollievo immediato.

Un suggerimento: non impiegatelo direttamente sull’epidermide nella sua forma pura, ma mescolate due o tre gocce di olio essenziale con circa 100 ml di olio vegetale dolce (ad esempio di cocco, di Argan, di oliva, di mandorle). L’olio vegetale si comporta come un vettore, potenzia le capacità dell’olio essenziale ed evita occasionali reazioni allergiche della pelle.

 Abete Bianco Olio Essenziale

Le inalazioni

Abbiamo detto che l’olio essenziale di abete bianco ha marcate proprietà balsamiche: è eccellente per attenuare i sintomi delle malattie respiratorie, il raffreddore, la tosse, il mal di gola e così via.

A tale scopo, consigliamo le inalazioni e i suffumigi. Il procedimento è semplice: è sufficiente portare a ebollizione una pentola d’acqua, e aggiungere poi 10 gocce di olio essenziale di abete bianco.

Con la testa coperta da un asciugamano, inspirate ed espirate inalando a pieni polmoni i vapori che salgono dal contenitore. Ripetete più volte nel corso della giornata: vedrete che, ben presto, le vostre vie aeree andranno incontro a un netto miglioramento.

 

L’uso interno

Se volete sapere come si utilizza l’olio essenziale di abete bianco, ricordate che l’uso della sostanza può essere anche interno.

Sono indicate un paio di gocce sotto la lingua, non di più. Questa soluzione è ideale per disinfettare la gola e per contrastare le infiammazioni dell’apparato digerente.

In alternativa, potete miscelare 2-3 gocce di olio di Abies alba con mezzo bicchiere d’acqua o con la medesima quantità di tisana. Una vera e propria coccola che concedete al vostro organismo e che vi permetterà anche di risollevare lo spirito.

 

Il diffusore per ambienti

Un’ottima opzione, per godere al 100% di tutte le proprietà dell’olio essenziale di abete bianco, è il diffusore per ambienti. Con questo strumento i principi attivi dell’estratto si diffondono – appunto – nella stanza, a vantaggio delle vie respiratorie e anche dell’umore.

Nella vaschetta del diffusore bisogna inserire una decina di gocce di olio essenziale. Tra le altre cose, questo rimedio funziona anche come repellente per insetti. Inoltre, in tal modo l’olio di abete bianco purifica l’aria e riempie lo spazio con un gradevole profumo, delicato, balsamico, vagamente fruttato.

 

Il bagno rilassante

Al termine di una dura giornata di lavoro e di impegni vari, cosa c’è di meglio di un bagno rilassante?

Preparate il seguente setting: vasca con acqua calda, schiuma, sali da bagno e gocce di olio essenziale di abete bianco. L’estratto potrà eseguire la propria azione antinfiammatoria, e lenire eventuali gonfiori e fastidi articolari e/o muscolari.

In più, un bagno di questo tipo è un valido antistress. L’olio di abete bianco è riequilibrante per il sistema nervoso: è nostro complice contro gli stati ansiosi e depressivi, contro l’agitazione e il nervosismo. L’effetto rilassante dell’essenza, dunque, si unirà a quello del bagno caldo in sé.

Abete Bianco Olio Essenziale biologico, oli essenziali naturali

Olio Essenziale di Abete Bianco
(Abies alba) | 10ml. €12,00

Ovatta e olio essenziale

Sempre parlando di come si utilizza l’olio essenziale di abete bianco, ecco un’altra soluzione: qualche batuffolo di ovatta imbevuto con la sostanza.      

L’ovatta può essere collocata sul comodino o sul cuscino, affinché il vostro sonno sia tranquillo e sereno, oppure sul davanzale della finestra per tenere lontani gli insetti. Anche in questo caso, gli obiettivi sono diversi: l’essenza di abete bianco conferma ancora una volta la propria versatilità.

 

 

I sacchetti profumati per cassetti

Essendo antibatterico, l’olio di abete bianco è perfetto contro i cattivi odori. Non è raro, infatti, che questi ultimi siano provocati da microrganismi.

Con l’olio essenziale di abete bianco si possono creare dei sacchetti profumati per cassetti e per armadi. Vi occorrono fiori secchi, riso, bicarbonato di sodio e talco. Aggiungete al risultato finale 5-6 gocce di olio essenziale di abete bianco, e il gioco è fatto.

Abete bianco: curiosità

La storia dell’abete bianco, sin dalle origini, è permeata da un alone di magia: questo albero è associato alla luna, e riveste una grande importanza nella tradizione celtica. Spesso i suoi rami erano appesi alle pareti delle case come simbolo di protezione.

Abies alba è menzionata già in alcune opere del ‘500, come De Arboribus Coniferis di Pierre Belon. L’abete bianco, comunque, era noto al tempo dei Greci e dei Romani, che lo associavano ad Artemide.

 

Continua a leggere: