Diffusore per ambienti: quale scegliere e come usarlo

diffusori_ambiente

Profumare la casa e allo stesso tempo godere dell’aromaterapia è possibile: il diffusore per ambienti è un accessorio anche di design che non deve assolutamente mancare nella tua casa. Elegante, glamour ma anche utile, il diffusore per ambienti va a dare un tocco in più all’ambiente in cui viene posizionato: perfetto in salotto, in ufficio ma anche in camera da letto va a creare un momento di relax in cui  è possibile godere anche delle proprietà degli oli essenziali utilizzati.

Diffusore per ambienti: quale scegliere?

In commercio il settore dei diffusori per ambienti si è ampliato e se negli anni passati erano pochi i design che si potevano scegliere, nell’ultimo periodo il settore ha avuto un vero e proprio boom. Gradevolissimi da vedere, tanto da diventare protagonisti dell’arredamento, i diffusori per ambienti vengono spesso acquistati in accoppiata con gli oli essenziali naturali che vantano numerosissime proprietà.

Le tipologie di diffusori per ambienti sono davvero numerosi e per capire quale sia quello giusto per te devi dare un’occhiata ai nostri consigli. I diffusori elettrici, tra i più comuni e utilizzati, hanno come pro un risultato duraturo e una diffusione costante dell’olio essenziale ma soprattutto hanno un sistema di sicurezza che permette loro di spegnersi in caso di assenza di acqua. Utilizzati per fare aromaterapia e cromoterapia, presentano spesso luci colorate in abbinamento. Confrontandoli con altri diffusori non sono usa e getta, per questo motivo devono essere puliti adeguatamente come indicato sulla confezione e devono essere posizionati vicino ad una presa elettrica.

Esistono poi i dispositivi USB che risultano compatibili con le porte USB comuni ma che necessitano ricariche più frequenti rispetto ad altri diffusori. Il diffusore per ambiente a candela o brucia essenze è invece una delle scelte più economiche e viene apprezzato per la luce romantica che crea atmosfera.

Diffusore elettrico per ambienti: come utilizzarlo

Il più comune e apprezzato è senza dubbio il diffusore elettrico ma come si usa? Per prima cosa è importante scegliere una posizione che favorisca la fuoriuscita del vapore in modo omogeneo, per questo motivo vengono consigliati i tavolini da salotto. Una volta posizionato sarà sufficiente seguire le istruzioni che riportano più o meno tutti la stessa procedura: inserire l’acqua, qualche goccia di olio essenziale in base alla metratura della stanza e poi riposizionare la copertura e attivare il prodotto.

Come scegliere la giusta fragranza per il diffusore

Scegliere la giusta fragranza significa conoscere tutte le proprietà degli oli essenziali ma a volte si può anche puntare semplicemente al gusto; ogni stanza però avrebbe bisogno di un determinato tipo di profumo per favorire il relax o al contrario l’energia. Per la zona living, ad esempio, serve qualcosa che sia rilassante ma comunque piacevole: sono quindi consigliati oli essenziali a base di fiori, per rendere il soggiorno più cozy e in perfetto stile hygge consigliamo invece per la stagione fredda sandalo, vaniglia, cannella.

Per la zona dove si cucina o si mangia è invece importante puntare su aromi naturali in grado di purificare l’ambiente e renderlo più leggero: per questo motivo consigliamo oli essenziali agli agrumi ma potrebbero essere consigliati anche il timo o la verbena per le capacità di coprire gli odori.

E per il bagno? Sappiamo che a volte si pensa di posizionare un diffusore per ambienti in tutte le stanze ma non in bagno eppure potrebbe aiutare tantissimo. Con fragranze ispirate alla natura quindi pino, pesca o di mare potrete creare un ambiente di relax che allo stesso tempo dia energia di prima mattina. Ovviamente non possiamo non citare la camera da letto: qui è senza dubbio opportuno preferire aromi in grado di rilassare, favorire il sonno e dire addio allo stress. In questo caso punta su oli essenziali leggeri come ad esempio la lavanda ma potrebbe essere un’ottima scelta anche il tea tree.