Olio essenziale al timo: proprietà benefiche e come utilizzarlo

Olio essenziale al timo: proprietà benefiche e come utilizzarlo

Olio essenziale al timo: proprietà benefiche e come utilizzarlo

Siamo abituati a pensarlo esposto tra i contenitori delle fragranze sulla mensola di cucina, con il suo profumo inconfondibile. Ma il timo è in grado di dare il meglio di sé anche sotto forma di olio essenziale, grazie alle sue molte qualità benefiche che vengono esaltate in aromaterapia.

E’ infatti innanzitutto perfetto per combattere piccoli grandi mali di stagione, in particolare la tosse (sarà sufficiente aggiungerne due gocce a un cucchiaino di miele).

 

Il suo impiego nel campo del benessere applicato al nostro organismo è davvero senza tempo, basta pensare che durante il Medioevo già si ricorreva proprio al timo per alleviare tutti quei dolori tipici del ciclo mestruale e non solo.

Questa pianta aromatica è legata a doppio filo con il clima mediterraneo (predilige in particolare le zone aride e soleggiate) e il suo olio essenziale si distingue, tra le altre, anche per le proprietà espettoranti e antibatteriche.

 

E’ poi un buon alleato della pelle, grazie a virtù astringenti che sono d’aiuto nel riequilibrare il ph della cute grassa (è l’ideale per trattare brufoli e acne).

 

L’olio essenziale di timo può offrire un sollievo importante in presenza di herpes e dermatiti ma anche di micosi, inoltre risulterà utile in quanto diuretico per drenare i liquidi in eccesso che sono la causa della cellulite. Tra l’altro è bene anche ricordare quanto le proprietà benefiche del timo risultino utili per massaggi dalla sicura efficacia antidolorifica: aggiungete a 100ml di olio di mandorle dieci gocce di olio essenziale. Con una regola generale che riguarda il dosaggio, perché l’olio essenziale di timo contiene dei fenoli che possono irritare le mucose: è la moderazione a dover sempre guidare il suo utilizzo. Un’eccessiva assunzione potrà ad esempio avere effetti stimolatori diretti alla tiroide oltre a causare disturbi gastrointestinali come vomito e nausea.

 

Olio essenziale di timo, un toccasana per i capelli e per la pulizia della casa

 

Non soltanto la pelle può godere delle proprietà benefiche del timo, infatti anche i capelli ringraziano. L’olio essenziale potrà essere aggiunto al normale shampoo cui si ricorre in caso di capelli secchi o grassi e sarà in grado di pulire alla perfezione il cuoio capelluto, agendo per una riduzione delle secrezioni sebacee e per restituire elasticità e lucentezza ai capelli più fragili. Saprà contrastare forfora, prurito e infiammazioni per via delle sue qualità antibatteriche.

Agendo poi come stimolante sui capillari potrà essere anche impiegato con successo per migliorare la circolazione non solo del cuoio capelluto ma anche nelle gambe.

 

L’olio essenziale di timo – che si estrae dalle foglie e dai fiori per distillazione in corrente di vapore – si potrà impiegare come detergente per la pulizia in particolare della cucina ma in generale di qualsiasi superficie domestica - ad esempio pavimenti (aggiungendo 4-5 gocce nel secchio), infissi o sanitari - grazie alle sue spiccate proprietà antimicotiche e antisettiche. Inoltre, quando viene diffuso nelle stanze, l’olio essenziale di timo sarà un valido alleato contro il mal di testa e l’insonnia. Questa essenza favorisce nel complesso la concentrazione e stimola la memoria, per cui sarà una preziosa alleata delle sessioni di studio o di lavoro extra.