Ultimi post

Olio essenziale di arancio amaro: proprietà benefiche e come utilizzarlo

Olio essenziale di arancio amaro: proprietà benefiche e come utilizzarlo

Olio essenziale di arancio amaro: proprietà benefiche e come utilizzarlo

E’ un energizzante naturale, in grado di prendere per mano l’umore di una persona per andare insieme alla ricerca dell’equilibrio e della gioia di vivere perduti. L’arancio amaro in aromaterapia è noto soprattutto per le sue proprietà calmanti, per essere un naturale antistress e anche un valido alleato contro l’insonnia (all’arancio dolce viene invece riservato un ruolo di primo piano in campo alimentare). Viene estratto con la tecnica della spremitura a freddo dei suoi frutti essiccati e anche per distillazione in correnti di vapore.

L’olio essenziale di arancio amaro, oltre ad agire sul benessere fisico e mentale della persona, è anche perfetto per pulire e disinfettare la casa. Anche perché evita che si formino le fastidiose muffe e tiene lontano gli insetti, dal momento che è un perfetto antimicotico e repellente. Alla fine di una lunga giornata di lavoro, magari fredda e invernale, l’ideale sarà riempire d’acqua calda la vasca da bagno e aggiungere 10 gocce di olio essenziale di arancio amaro per un’iniezione di relax. E’ anche un buon tonico oltre che un valido alleato in caso di psoriasi e pelle grassa, se poi ne vorrete aggiungere due gocce alla crema per le rughe l’effetto ‘anti-age’ sarà assicurato e il vostro colorito risulterà più acceso.

E’ bene comunque ricordare che, in caso di un utilizzo prolungato sulla pelle del volto, alcune persone potrebbero avere effetti indesiderati come l’ipersensibilità e la predisposizione a screpolature: è sempre utile consultare un esperto per avere i migliori consigli. Con l’olio essenziale di arancio amaro si potrà profumare l’ambiente ricorrendo a un diffusore, ma l'unguento potrà anche essere passato sulla pelle o magari sfruttato facendo degli impacchi.

L’effetto calmante e i benefici per i capelli

L’olio essenziale di arancio amaro può essere utilizzato con successo nel caso in cui si debbano contrastare ansie e paure, grazie alla sua azione lenitiva che scaccia la malinconia e allontana le insicurezze.

E’ anche un toccasana per i capelli e per il cuoio capelluto, sul quale può svolgere un’azione seboregolatrice, inoltre può aiutare la guarigione della pelle nei punti dove sia stata colpita dall’acne. Se ne potrà aggiungere qualche goccia all’olio d’oliva, per poi massaggiare l’area con un cotton fioc.

 

In caso di influenza e mal di gola, sarà utile procedere con dei gargarismi prima di andare a letto (ma un paio di massaggi sul petto potranno andar bene comunque). Spesso l’utilizzo di questo unguento viene suggerito a chi stia seguendo una dieta dimagrante. Il motivo è presto detto: infatti tra le proprietà benefiche dell’arancio amaro c’è quella di accelerare il metabolismo e favorire l’eliminazione di grassi (con conseguenze benefiche anche per quanto riguarda gli inestetismi della cellulite).

 

In caso di crampi allo stomaco, invece, potrà essere utilizzato per attenuarli versando una goccia di olio essenziale di arancio amaro in un cucchiaino di miele. Ad ogni modo è bene ricordare che per chi soffra di gastrite l’utilizzo di questo olio essenziale è sconsigliato, così come è da evitare in caso di gravidanza e allattamento: in ogni caso sarà sempre utile rivolgersi al proprio medico o all’aromaterapeuta di fiducia.