Ultimi post

Olio essenziale di limone: proprietà benefiche e come utilizzarlo

Olio essenziale di limone: proprietà benefiche e come utilizzarlo

In un precedente articolo abbiamo già parlato dell’olio essenziale di lavanda, assai comune nelle case e che può essere utilizzato da tutta la famiglia senza alcun problema.

Altro olio essenziale molto noto e molto acquistato è l’olio essenziale di limone che con la sua fragranza un poco appena aspra e fresca risulta generalmente molto amato, senza contare i suoi potenti benefici.

 

L’olio essenziale di limone si ottiene mediante estrazione da spremitura a freddo della buccia. Vediamo allora di conoscere più da vicino questo olio essenziale di limone, la sue proprietà benefiche e come poterlo utilizzare al meglio per la nostra salute e benessere interiore.

 

Olio essenziale di limone: proprietà benefiche e come utilizzarlo

 

L’olio essenziale di limone ha diverse proprietà benefiche e per alcuni aspetti è sovrapponibile a quello di lavanda.

 

Innanzitutto è un ottimo calmante, che funziona molto bene in casi di ansia, stress e nervosismo, ed inoltre potenzia le facoltà mnemoniche.

 

Per quanto riguarda in particolare le forme di stress, l’essenza di limone risulta particolarmente efficace in cui si ha bisogno di determinazione e coraggio per sovvertire una situazione che ci fa soffrire e che ci tiene sotto il suo controllo.

 

Passando a proprietà più legate alla sfera organica, l’olio essenziale di limone è un ottimo antisettico (contrasta efficacemente i sintomi dei malanni stagionali) e antibiotico naturale (da utilizzare in caso di ferite, infezioni, alterazioni del cavo orale). E’ anche un discreto antinfiammatorio, e massaggiato sulle articolazioni è in grado di contrastare artrite e reumatismi.

 

Ancora, l’olio essenziale di limone è in grado di stimolare in maniera positiva la circolazione linfatica e venosa e di conseguenza ne è raccomandato l’impiego nel caso di quei disturbi a ciò collegati, come ad esempio gambe pesanti, edemi, cellulite, vene varicose e fragilità capillare e geloni.

 

Assunto per via orale (2 gocce su un pizzico di miele) è in grado di depurare il fegato e stimolare l’attività epatica e quella del pancreas, accelerando il processo di eliminazione delle tossine.

 

Infine, l’olio essenziale può essere utilizzato anche per uso topico, ad esempio aggiunto in gocce all’argilla verde con cui effettuare poi delle maschere purificanti per il viso, per contrastare inestetismi come acne e pelle grassa; aiuta anche la rigenerazione cellulare dell’epidermide (azione antiage).

Come utilizzarlo:

 

Diffusione nell’ambiente: 1 goccia di olio essenziale di limone per ogni mq della stanza che vogliamo trattare; si può utilizzare gli appositi diffusori, oppure, se ci troviamo nel periodo invernale, anche mettendone poche gocce disciolte in acqua all’interno degli umidificatori dei termosifoni.

 

Sciacqui e gargarismi per il cavo orale: 10 gocce di olio essenziale di limone in un bicchiere d’acqua; da ripetere per 3 volte al giorno.

 

Massaggi: 15 gocce di olio essenziale di limone da diluire in circa 200ml di olio vegetale; massaggiare gambe e braccia dalle estremità verso il cuore.