La cura dell’apprensione con l’olio essenziale di lavanda

Olio essenziale di lavanda

Olio essenziale alla lavanda: come curare l’apprensione con l’aromaterapia

 

Curare l’apprensione con l’olio essenziale è possibile: nello specifico ci riferiamo a quello alla lavanda, un estratto caratterizzato da una notevole capacità calmante, lenitiva e distensiva.

Questa pianta, per le sue incredibili proprietà, è conosciuta sin dai tempi più remoti. Pensate che il suo olio profumato era adoperato nell’antico Egitto, e poi presso i Greci e i Romani, in ambito medicinale e cosmetico. Tale sostanza era usata anche per attività quotidiane come il lavaggio dei vestiti, ai quali donava un piacevole aroma, oppure per tenere lontani gli insetti!

Insomma, la storia dell’olio essenziale di lavanda è molto lunga e affonda le proprie radici millenni e millenni fa. Attualmente, tra i suoi maggiori utilizzi, c’è appunto quello rilassante, poiché questo ingrediente è in grado di allentare la tensione del corpo e della mente e di favorire il raggiungimento dell’equilibrio psicofisico.

Come allontanare l’apprensione con l’olio essenziale di lavanda

Giorno dopo giorno, presi dai nostri compiti e dagli impegni, siamo spesso in balia dello stress e delle preoccupazioni. Non sempre riusciamo a ritagliarci qualche istante per noi, anzi: nella maggior parte delle situazioni non ci fermiamo un attimo, il che influisce negativamente sul benessere e sull’armonia interiore.

In circostanze del genere, un valido aiuto arriva da rimedi naturali come l’olio alla lavanda. Esso, ricavato dalle specie del genere Lavandula, svolge un’azione terapeutica nei confronti dell’organismo e contiene principi attivi che contrastano persino i disturbi d’ansia leggeri. L’odore dolce e delicato di questa essenza può fare miracoli in caso di tristezza e di angoscia: trasmette pace, quiete, serenità spirituale.

Se, dunque, siete in preda a un’energia negativa, che vi impedisce di affrontare i vostri doveri con forza ed entusiasmo, prendete in considerazione questa scelta. Il mondo della botanica costituisce un reale sostegno per la nostra salute, e ci fornisce numerosi mezzi per sentirci meglio con noi stessi e con gli altri: l’olio essenziale alla lavanda ne è una chiara dimostrazione!

Un ansiolitico al 100% naturale

Alla luce di quanto abbiamo detto finora, capirete perché molti esperti consigliano di curare l’ansia con l’olio essenziale di lavanda.

Vi sono anche delle ricerche scientifiche sull’argomento: studi e pubblicazioni che testimoniano gli effetti positivi di questa straordinaria pianta. La lavanda attenua condizioni come gli stati di agitazione lieve, l’inquietudine dell’animo, l’irrequietezza, e facilita un buon riposo notturno – indispensabile per garantire la qualità della nostra esistenza.

Le proprietà dell’olio essenziale di lavanda consentirebbero addirittura di sostituire alcuni farmaci, che non di rado vengono assunti in maniera precipitosa e senza un vero motivo. La cosa migliore, ovviamente, è consultare il medico di fiducia per chiedere un parere: ma se l’ansia è gestibile e non è patologica, la sostanza in oggetto è una complice preziosa della nostra tranquillità.

Tra l’altro, le problematiche legate allo stress si manifestano di frequente con sintomi fastidiosi e deleteri come l’accelerazione del battito cardiaco, la sudorazione intensa, la debolezza, la mancanza di appetito, i dolori allo stomaco. Coloro che soffrono di ansia possono andare incontro a mal di testa, vertigini, palpitazioni, a una costante sensazione che qualcosa debba andare storto.

Tutto ciò, a lungo andare, è pericoloso per la felicità e per la stabilità dell’individuo. Lo ribadiamo, contattare un esperto è necessario se la situazione peggiora o se si rischia di sfociare nel disturbo psichico: ma nel frattempo, l’uso della lavanda come olio essenziale è assolutamente raccomandato. Un metodo di questo tipo non è per nulla invasivo, come invece sono diversi medicinali, è versatile e applicabile in vari modi.

Come si adopera l’olio essenziale alla lavanda?

Anche se siamo presi dal nostro frenetico via vai, cerchiamo di fermarci per qualche minuto, di fare dei respiri profondi e di recuperare il benessere interiore con il supporto di sostanze naturali come l’estratto di lavanda.

Nel campo dell’aromaterapia, curare l’apprensione con l’olio essenziale è utile e vantaggioso. Fermo restando che tale ingrediente non va inalato, ma impiegato ad esempio con l’ausilio di un diffusore.

Non dovrete fare altro che versare nell’apposita vaschetta del dispositivo qualche goccia di olio e qualcuna d’acqua: il numero di gocce sarà tanto maggiore quanto più ampia è la stanza in cui vi trovate. Grazie al meccanismo del diffusore, il profumo della pianta si espanderà in ogni dove e vi regalerà una marcata sensazione di relax e di comfort.

Proseguendo con il nostro discorso su come usare l’olio essenziale di lavanda, esso è ideale per rendere ancora più piacevole un bagno caldo. Immaginate che meraviglia, al termine di una dura giornata di lavoro, immergervi nella vasca insieme a una manciata di sali, con le narici inebriate dal sentore di lavanda! In media si aggiungono all’acqua circa 10 gocce di olio, così da calmare i nervi anche nei momenti più difficili.

Una valida alternativa è il classico pediluvio: un evergreen, un rimedio della nonna che non passa mai di moda nonostante lo scorrere del tempo. Mescolate in un catino un paio di cucchiai di sale grosso e 5-6 gocce di olio essenziale: i vostri piedi – e il vostro stato d’animo – ne trarranno un enorme beneficio.

Infine, se c’è il pericolo di essere sopraffatti dall’angoscia, provate i suffumigi. Una buona soluzione anche in caso di raffreddore e sinusite.

Dormire bene con l’olio essenziale di lavanda

Per la serenità dello spirito è fondamentale dormire bene. Per curare l’ansia con l’olio essenziale di lavanda vi consigliamo di appoggiare, sul comodino o sul cuscino, un fazzoletto bagnato con alcune gocce di tale sostanza: vedrete che la qualità del sonno migliorerà sensibilmente.

Prima di andare a letto, magari, coccolate le parti del corpo più tese con un massaggio accompagnato da un po’ d’olio. Una simile abitudine è antistress, e può avere persino un effetto decontratturante su gambe e caviglie. Nulla di meglio per favorire il vostro riposo!

L’apprensione, con l’olio essenziale di lavanda, può davvero essere ridotta. Come avrete notato, sono tanti i modi di adoperare questo speciale ingrediente: scegliete quelli che preferite, per distendere la vostra mente e facilitare l’equilibrio psichico anche nei periodi in cui la vita vi mette a dura prova.