Come funziona il senso dell’olfatto?

Come funziona il senso dell’olfatto?

La vista è il senso più importante per l’essere umano, grazie agli occhi noi siamo in grado di percepire l’ambiente che ci circonda e di orientarci. L’olfatto in questo senso non svolge una funzione determinante, ricopre però altre funzioni molto importanti. Pensiamo ad esempio agli odori della nostra infanzia e cosa sono in grado di evocare in noi. All’interno di questo sito trattiamo oli essenziali che fanno riferimento principalmente al senso dell’olfatto ecco perché ci sembra importante mostrarti come funziona.

Il processo olfattivo

Come sappiamo tutti il senso dell’olfatto risiede nel naso, grazie alla presenza di alcune cellule specifiche (cellule olfattive) estremamente specializzate che sono in grado di percepire gli odori attraverso complesse reazioni chimiche.

Le cellule olfattive grazie a queste reazioni inviano degli impulsi a specifici neuroni (neuroni olfattivi) che a loro volta permettono il collegamento e l’elaborazione di queste reazioni in sensazioni, inviando tutte le informazioni necessarie alla parte preposta del cervello per l’elaborazione di queste informazioni. Ovviamente il processo è molto più complesso, però non vogliamo annoiarti con un trattato scientifico sull’argomento.

Noi non siamo la specie animale che ha il senso dell’olfatto più sviluppato, veniamo infatti battuti da molti altri animali, in primis basti pensare ai nostri amici a quattro zampe che riescono addirittura a rintracciare sostanze e persone grazie alle loro tracce olfattive. Questa differenza è dovuta alla quantità di cellule che sono predisposte al funzionamento di questo senso: gli esseri umani hanno infatti meno recettori e meno cellule olfattive quindi percepiscono meno odori e sicuramente meno intensamente.

Olfatto e memoria

Quello che è veramente interessante è il collegamento tra olfatto e memoria. Se infatti tendiamo a scordarci ad esempio una frase o un paesaggio gli odori tendono a rimanere impressi nella nostra memoria. Quando infatti sentiamo un profumo legato ad un ricordo particolare questo viene subito in mente, quasi come se fossimo tornati indietro nel tempo.

Questo succede a causa del differente tipo di impressione che riceviamo quando vediamo un oggetto o sentiamo un odore: immagazzinare i dati di un paesaggio è molto più complesso quindi è più probabile una dispersione di informazioni. L’odore non è un’informazione complessa come un’immagine, per questo è più evocativa e suscita in noi emozioni e ricordi che non vengono visti, ma sicuramente percepiti.

Ecco perché l’aromaterapia è importante: ti aiuta a creare delle sensazioni che non sono complesse, di cui si può godere anche se si è stanchi e non vogliamo stare concentrati. Inoltre può essere di supporto a molte attività che conduciamo giornalmente: diffondere nell’ambiente una bella fragranza mentre si lavora può migliorare molto l’ambiente di lavoro e quindi anche le prestazioni lavorative.

Anche concedersi un bel bagno aromatico aiuta molto a fine giornata per staccare e smettere di pensare, tutto questo grazie al senso dell’olfatto.

Speriamo che l’articolo ti sia piaciuto, come hai potuto vedere un senso che molto spesso viene sottovalutato ricopre in realtà un ruolo fondamentale nel nostro agire quotidiano e l’aromaterapia può aiutarti a prenderne coscienza per migliorare la vita di tutti i giorni.

Commenti

Nessun messaggio trovato

Scrivi una recensione